Il punto

postato in: Articoli in evidenza | 0

In occasione del Convegno organizzato da Ordine, Ancl e Inps sul tema “Inps: il nuovo Protocollo e la gestione dei rapporti con l’Istituto” del 10 aprile u.s. sono stati presentati i contenuti del protocollo Inps sottoscritto, in pari data, nello spirito di una reciproca e fattiva collaborazione che, oramai da anni, connota i rapporti nell’area milanese. Il protocollo risponde all’esigenza di realizzare, pur nel riconoscimento delle consolidate modalità di interlocuzione diretta tra Consulenti del Lavoro e Inps dell’area metropolitana di Milano, ulteriori soluzioni idonee ad agevolare l’accesso dei Consulenti del Lavoro ai servizi pubblici ed alle informazioni di loro interesse in possesso delle PP.AA.; è anche interesse dell’Istituto favorire e rendere più fluida la relazione con gli iscritti e le relative Rappresentanze, per la gestione di problematiche del processo di riscossione della contribuzione obbligatoria e di quella normata dalla contrattazione collettiva di lavoro.

Gli ottimi risultati raggiunti con i passati accordi sottoscritti fra le parti hanno aperto la strada per consolidare le pregresse esperienze.

In questa occasione si sono ripresi i documenti precedenti ed è stato confermato che il principale canale di comunicazione con l’Istituto è il cassetto bidirezionale che consente all’Istituto di garantire tempi certi di risposta. Le novità, invece, possono così riassumersi: l’appuntamento presso l’ordine dei consulenti avverrà in modalità remota e telematica con l’utilizzo dell’applicativo skype (o altra modalità); è stato attivato un nuovo gruppo di lavoro su Facebook denominato “Inps Milano con i Consulenti”a cui è possibile iscriversi a seguito di semplice richiesta inviata all’Ordine indicante la mail dell’account di FB; infine, ci sono novità anche sul “preavviso di accertamento”. Al fine di garantire, infatti, un migliore servizio la direzione di Milano si impegna ad inviare il preavviso di accertamento entro 3 giorni dalla data di rilascio del Durc negativo e successivamente a dare risposta al riscontro inviato dal consulente, sia tramite cassetto che tramite PEC, entro i successivi 5 giorni.

L’osservanza della procedura di comunicazione prevista nel protocollo consentirà di gestire le problematiche in tempi certi. Il protocollo e l’allegato, relativo alle modalità di comunicazione, sono stati inseriti home page del sito dell’Ordine rispettivamente ai seguenti link

https://consulentidellavoro.mi.it/wp-content/uploads/2018/04/Protocollo-intesa-INPS.pdf

https://consulentidellavoro.mi.it/wp-content/uploads/2018/04/Modalita-di-comunicazione-INPS.pdf

ai quali si rimanda per una attenta lettura.

In questo numero abbiamo anche il piacere di pubblicare l’Orientamento n. 2 del Centro Studi dell’Ordine di Milano, con una introduzione del Presidente Potito di Nunzio, presentato in anteprima nel corso del Convegno “Licenziamenti illegittimi e sanzioni: l’evoluzione normativa, la giurisprudenza più recente e la conciliazione stragiudiziale” organizzato in collaborazione tra Ordine di Milano, Ancl Milano e il Sole 24 Ore ai quali hanno partecipato gli Avvocati Falasca e Zambelli e, per il Centro Studi di Milano, Riccardo Bellocchio e Andrea Asnaghi, coordinatori, rispettivamente, delle sezioni “Studi e Ricerche” e “Semplificazione”:

tributiamo uno speciale ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato ai lavori.

L’Orientamento n. 2 ha analizzato, nel contratto a tutele crescenti, il meccanismo di calcolo delle mensilità risarcitorie e la nozione di “ultima retribuzione di riferimento per il calcolo del Tfr”.

Nel presente numero di Sintesi sono pubblicati anche gli interventi integrali di tutti i relatori al convegno.

 

Preleva l’articolo completo in pdf