Il Punto – I primi 50 anni dell’ENPACL

Potito di Nunzio, Presidente del Consiglio dell’Ordine provinciale di Milano

Lo scorso mese di novembre (25, 26 e 27) in Roma, abbiamo celebrato la ricorrenza del cinquantesimo anniversario della costituzione del nostro Ente di Previdenza.

È stato un evento non soltanto celebrativo ma di riflessioni sul “pianeta previdenza” italiano. L’occasione è stata propizia per convocare a Roma anche gli Stati Generali della Categoria. Tante le partecipazioni di parlamentari e politici per discutere con noi del futuro dell’Italia che non può che ripartire dal Lavoro. Grazie al rapporto realizzato dall’Ente “Progettare il futuro: scenari di evoluzione della professione del Consulente del Lavoro nel dopo pandemia”, nella giornata conclusiva della kermesse i presidenti dei Consigli provinciali dei Consulenti del lavoro insieme al Consiglio nazionale hanno iniziato a discutere sui risultati del rapporto con l’impegno di analizzarlo più  approfonditamente in una sessione plenaria che sarà appositamente convocata dal CNO. I dati che emergono dalle 86 pagine del rapporto sono davvero interessanti e tratteggiano l’universo dei consulenti del lavoro, l’esercizio della professione, l’organizzazione dell’attività professionale, l’evoluzione del modello organizzativo, la diversificazione dell’offerta dei servizi, la transizione digitale, l’impatto del Covid sull’attività professionale, l’emergenza e la sfida a “ripensarsi”, le prospettive per il futuro: obiettivi e strategie per il post pandemia, la riorganizzazione e le nuove tecnologie, le sfide per il triennio 2022-2025, i nuovi servizi per il mercato anche se il core business resta decisivo, i mercati in transizione e il ruolo dei consulenti, le donne e lavoro. La questione di genere nella professione, la mancata
conciliazione: un ostacolo per la professione e la famiglia, la parità di genere che ancora manca nel mercato dei servizi di consulenza e il welfare professionale assicurato dall’Enpacl.
Insomma un rapporto completo che offre spunti di riflessioni per progettare il futuro della professione e della categoria. Una categoria sempre più rosa, che stenta a mutar pelle e a diversificare le attività malgrado le opportunità del mercato, che fatica a crescere numericamente ma che ha in sè tutti i numeri per stabilizzarsi al centro della vita economica e sociale dell’Italia come unico interlocutore credibile e affidabile in materia di “gestione della risorsa umana”.
Del resto noi a Milano abbiamo iniziato a discuterne da tempo, sia all’interno del nostro Centro Studi che nelle nostre assemblee annuali. Abbiamo fatto proposte e progetti e molto faremo nel prossimo anno anche con l’attività della costituenda Fondazione che raccoglierà in sè tutte le attività scientifiche e di ricerca del nostro CPO e dell’UP Ancl di Milano.
Per chi volesse dare uno sguardo al Rapporto ENPACL il link è il seguente https://www.consulentidellavoro.it/
home/storico-articoli/15108-consulenti-del-lavoro-pronti-a-cogliere-lasfida-della-ripartenza

Preleva l’articolo completo in pdf