Il Punto – ANCORA SULLA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA: PROSPETTIVE E PROPOSTE DALL’ULTIMO CONVEGNO

Potito di Nunzio, Presidente del Consiglio dell’Ordine provinciale di Milano

 

Lo scorso 19 luglio, il nostro CPO, in collaborazione con i CPO di Caltanissetta, Ragusa e con la partecipazione di ADAPT, ha organizzato il seguente convegno: “La contrattazione collettiva tra teoria e pratica: effettività conoscibilità e ricadute concrete”.

È stata una splendida manifestazione la cui durata prevista era di tre ore ma ha tenuto incollati al video i partecipanti per oltre quattro ore e mezza.

Densi di significato, di provocazioni, di prospettive e di proposte sono stati gli interventi dei partecipanti alla tavola rotonda e le relazioni dei relatori. Partecipanti di prim’or dine (come si potrà notare dalla locandina che segue, a parte chi scrive) ai quali va il mio sentito ringraziamento e quello dei Presidenti Rosalia Lo Brutto (Caltanissetta) e Giusy Saraceno (Ragusa).

Un ponte virtuale fra nord e sud per affrontare un identico problema che sta a cuore all’intera categoria dei Consulenti del Lavoro, nessuna provincia esclusa Il tema è stato affrontato da più punti di vista e da più osservatori, quello:

  • accademico a cura del Michele Tiraboschi e del Dott. Giovanni Piglialarmi,
  • della consulenza del lavoro, a cura dei Colleghi Riccardo Bellocchio e Andrea Asnaghi,
  • dell’avvocatura, a cura degli Avvocati Barbara Grasselli del Foro di Mila- no (intervenuta sostituendo l’Avv.to Zambelli) e Nino Cortese del Foro di Ragusa,
  • dell’Inps a cura del Filippo Pagano,
  • dell’Ispettorato del Lavoro a cura del Dott. Pierluigi Rausei,
  • della magistratura a cura del Pietro Martello,

tutti coordinati dal Collega Angelo Vitale di Caltanissetta.

L’intero convegno sarà visibile sui canali youtube di ADAPT e chiedendo il link alla nostra segreteria dell’Ordine. Vi assicuro che ne vale la pena guardar- lo e ascoltarlo.

La Redazione della nostra Rivista (alla quale va il mio sentito ringraziamento), a partire dal prossimo numero di settembre, proporrà la sintesi degli interventi dei vari relatori.

Concludo questo mio editoriale augurando a tutti i lettori, anche a nome del Consiglio e della Redazione, splendide vacanze ma soprattutto che siano riposanti e rigeneranti, perché dopo la pausa estiva avremo da gestire tutto ciò che scaturirà dal PNRR sperando che il Covid ci lasci in pace, anzi che ci ab- bandoni “definitivamente”.

 

 

Preleva l’articolo completo in pdf