Il Punto

 

A tutti i colleghi e alle loro
famiglie tanti cari auguri
di Buon Natale e
uno splendido anno 2020

 

Due eventi hanno caratterizzato le attività del CPO in chiusura dell’anno 2019. L’Assemblea degli Iscritti svoltasi lo scorso 27 novembre presso l’Auditorium San Fedele in via Hoepli 3/B, Milano e la tradizionale Conviviale di fine d ’anno svoltasi il 10 dicembre presso la splendida sede dell’Istituto dei Ciechi di Milano in via Vivaio 7.

ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI ALL’ORDINE DELLA PROVINCIA DI MILANO
Come di consueto il Presidente Potito di Nunzio, durante la sua relazione annuale, ha tracciato il bilancio delle attività dell’anno 2019. Questa la sintesi:

– Il numero degli iscritti all’Ordine è rimasto invariato (987 colleghi). Ciò significa che la categoria milanese è a saldo ZERO. I nuovi iscritti hanno compensato i colleghi cancellati. Situazione questa che desta qualche preoccupazione soprattutto perché, ha osservato il Presidente, la “lancetta” dell’età si sposta sempre più verso la fascia di età tra i 50/60 anni con un significativo incremento degli over 70 (vedi grafico 1);
– Le donne (46%) stanno raggiungendo gli uomini (54%).  Con una tendenza tutta al femminile per le nuove iscrizioni;
– I praticanti iscritti nel registro nel 2019 sono stati 46. Un numero davvero esiguo considerata la capacità di lavoro e reddituale degli iscritti di Milano e Provincia. Il Presidente ha esortato i colleghi ad aprire gli studi ai praticanti perché il ringiovanimento della categoria è necessario e quanto mai vitale. “Un praticante allunga la vita”, ha sostenuto il Presidente, perché il suo apporto riduce lo stress del professionista e gli consente di introdurre la necessaria energia per poter sviluppare anche le ulteriori attività che caratterizzano la nostra professione. “Fatelo almeno per convenienza pensionistica”, ha continuato il Presidente, perché l’equazione è semplice: meno praticanti significa meno consulenti e di conseguenza, minore sostenibilità per le casse della nostra previdenza. Quindi potremmo avere una minore sostenibilità dell’Enpacl visto che sono i giovani (nel sistema a ripartizione) che provvedono a versare la contribuzione per il pagamento delle pensioni degli anziani;

– 51 sono le STP iscritte all’Ordine di Milano delle quali 8 sono quelle iscritte nell’anno 2019;
– Il Presidente ha poi mostrato la capacità reddituale dei colleghi milanesi e gli indici fondamentali della nostra previdenza. Il volume di affari medio dei milanesi è pari a € 157.713,00 rispetto alla media nazionale che è paria € 90.556,00.
Interessante è la ripartizione del fatturato per fasce di reddito sulla quale bisogna fare una attenta riflessione soprattutto per gli appartenenti alla prima fascia di fatturato (vedi grafico 2). Significativo è poi il grafico n. 3 che mostra il rapporto Iscritti/Pensionati e Contributi/Pensioni. E’ quindi fondamentale che questi rapporti crescano perché con passare degli anni una loro costante diminuzione diventa preoccupante;
– Intensa l’attività della Commissione di Certificazione e Conciliazione delle controversie di lavoro. Nell’anno 2019 si sono certificati 23 contratti e conciliate 231 controversie di lavoro. Il Presidente ha invitato ad utilizzare sempre più la Commissione dell’Ordine (equiparata a quella dell’ITL) che ha ricordato essere in funzione tutte le mattine di ogni settimana;

– Il Presidente ha ricordato tutte le altre attività svolte dalle commissioni del CPO e ha ringraziato tutti i colleghi
che a vario titolo partecipano alle attività dell’Ordine ringraziando particolarmente lo staff segretariale dell’Ordine;
– Durante l’assemblea si è svolta la cerimonia di premiazione alla carriera dei colleghi che hanno raggiunto i 50 anni di attività. Di seguito le foto della premiazione, rimandando alla Gallery del nostro sito per la visione integrale del book fotografico.
CONVIVIALE DI FINE ANNO
L’altro evento, tradizionale per Milano, si è svolto nella prestigiosa sede dell’Istituto dei Ciechi. Molti partecipanti hanno provato la sensazionale esperienza del “dialogo al buio”. Un’esperienza che insegna un altro modo di “vedere”. Un viaggio di una mezz’ora nella totale oscurità, che trasforma una semplice passeggiata
in un giardino o il sorseggiare una tazza di caffè in un’esperienza straordinaria.
Chi l’ha compiuto racconta di aver vissuto qualcosa di unico, che ha cambiato il proprio modo di pensare.
Presenti tutti i vertici della Categoria milanese, lombarda e nazionale sia dell’Ordine che dell’Ancl. Molti gli invitati che vi hanno preso parte e che hanno voluto trascorrere con la Categoria una serata all’insegna dell’amicizia e dell’armonia. Serata allietata anche dal Coro Gospel Bru.co. e dall’immancabile nostro DJ Nando. Di seguito alcune foto della conviviale rimandando alla Gallery del nostro sito per la visione integrale del book fotografico.

 

Preleva l’articolo completo in pdf