Il Punto

 

L’Arcivescovo di Milano, S.E. Mons. Mario Delpini, incontra i Consulenti del Lavoro di Milano

 

A CURA DELLA REDAZIONE

Lo scorso 21 novembre l’Arcivescovo di Milano, S.E. Mons. Mario Delpini, ha incontrato in audizione speciale i vertici della categoria milanese officiando successivamente una solenne messa nella splendida Basilica di Sant’Eufemia di Milano alla presenza di numerosi colleghi.

Durante l’incontro si è discusso di vari temi e in particolare dei problemi del mondo del lavoro e della emarginazione sociale che toccano anche Milano e la sua provincia.

I Consulenti del Lavoro e la Curia milanese hanno deciso quindi di collaborare su progetti specifici che possano aiutare i cittadini e le famiglie bisognose.

La commissione del CPO di Milano “Consulenti del lavoro per il sociale” si farà parte attiva e proporrà le possibili iniziative per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Durante la Santa Messa, dopo il saluto di benvenuto del Presidente dell’Ordine, Potito di Nunzio, che ha ringraziato a nome della categoria l’Arcivescovo Mario Delpini, toccante è stata l’omelia dell’arcivescovo. Egli ha riconosciuto l’importanza sociale della categoria e la professionalità con la quale assiste imprese e lavoratori. L’Arcivescovo ha pregato tutti i colleghi di portare sui luoghi di lavoro non solo competenza e legalità ma anche serenità e armonia.

La sua particolare benedizione a tutti i colleghi e alle loro famiglie ha concluso la sua omelia.

“I Consulenti del Lavoro”, ha dichiarato il Presidente di Nunzio, ”per il particolare ruolo sociale che ha la categoria, hanno il dovere di mettersi a disposizione dei più bisognosi per cercare di dar loro occasioni di lavoro e di integrazione sociale. La nostra comunità, grazie anche alle strutture di categoria, può offrire supporto alla ricollocazione e riqualificazione dei lavoratori. Creeremo anche un punto d’ascolto e di consulenza gratuita ai cittadini bisognosi tramite uno speciale sportello che apriremo presso la sede dell’Ordine.”.

 

 

 

 

Preleva l’articolo completo in pdf