Il Punto

“Verso il Festival”….da Genova a Milano

Il 26 e il 27 febbraio la città di Genova e’ stata protagonista di “Verso il Festival”. Una novità nel panorama dei numerosi eventi che vedono protagonista la nostra Categoria e che si propone come un’anteprima del Festival del Lavoro 2019 in programma dal 20 al 22 giugno presso il centro congressi Mi.Co di Milano.

A Genova – non a caso scelta come simbolo di rinascita e punto di partenza per il rilancio di un piano infrastrutturale per il Paese – sono stati trattati alcuni argomenti di particolare importanza: crescita, investimenti, lavoro e occupazione.

L’anteprima della X edizione del Festival del Lavoro ha visto la partecipazione di importanti personalità del mondo della politica e dell’economia nazionale e locale ad un intenso programma di dibattiti e tavole rotonde. I temi trattati hanno riguardato il settore dell’edilizia, il ruolo delle Casse di Previdenza nell’economia reale, l’asseverazione della regolarità dei rapporti di lavoro, come politica virtuosa negli appalti, gli investimenti strutturali per far ripartire il territorio, lo smart working, il welfare aziendale, i contratti di prossimità, le politiche attive, la crisi dei trasporti, il Decreto Dignità e la Legge di Bilancio 2019. Durante i lavori è stata altresì presentata una seconda indagine dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro sugli effetti del crollo del Ponte Morandi su economia, occupazione e integrazione sociale.

Chiusa l’anteprima di Genova, proseguono i lavori per la X edizione del Festival che si terrà a Milano al quale tutti i Colleghi sono invitati a partecipare in grande numero.

Protocollo tra Ispettorato e CPO di Milano

Lo scorso 11 febbraio 2019 presso la sede dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Milano, tra il CPO di Milano e lo stesso ITL, è stato sottoscritto il Protocollo per l’istituzione del Gruppo di lavoro con la seguente duplice finalità: creazione dell’osservatorio della legalità e per le azioni di contrasto all’abusivismo e tutela della professione di consulente del lavoro.

Il Gruppo di lavoro è stato istituito in ottemperanza ai protocolli nazionali sottoscritti il 9 febbraio dello scorso anno.

In queste pagine troverete il testo integrale del Protocollo e periodicamente saranno pubblicate le attività e i risultati del gruppo di lavoro.

Formazione continua obbligatoria: nuovo biennio di valutazione

Si ricorda che e’ iniziato il nuovo biennio di valutazione 2019/2020 per la formazione continua obbligatoria dei Consulenti del lavoro.

Soggetti all’obbligo della formazione continua sono tutti i Consulenti del Lavoro iscritti all’Albo: occorre conseguire nel biennio almeno 50 crediti formativi, di cui 6 nelle materie di ordinamento professionale e codice deontologico; in ciascun anno formativo è obbligatorio conseguire almeno 16 crediti (numero di crediti riproporzionato per il consulenti neo iscritti per i quali l’obbligo decorre dal mese successivo all’iscrizione).

Ogni consulente del lavoro puo’ beneficiare nel biennio, di un debito formativo per un massimo di 9 (nove) crediti, i quali dovranno essere recuperati nei primi sei mesi del biennio successivo.

Ricordiamo che da questo biennio i colleghi che hanno compiuto o che compiranno 70 anni di età  potranno richiedere una riduzione dell’impegno formativo presentando specifica richiesta alla segreteria dell’Ordine.

Il possesso del DUI faciliterà notevolmente la rilevazione degli accessi alla formazione continua obbligatoria la cui regolamentazione e’ entrata a pieno regime con il 2019.

Quota iscrizione annuale al CPO

Lo scorso 16 febbraio è scaduto il termine entro il quale versare la quota di iscrizione annuale all’Ordine. L’invito, per chi ancora non avesse proceduto al versamento, e’ di provvedevi con tempestività.

Con l’occasione si ricorda altresì che, come annunciato e approvato dall’Assemblea del 20 novembre 2018, il Consiglio dell’Ordine di Milano ha deciso di ridurre di 20 euro la quota di iscrizione annuale all’Ordine a decorrere dal corrente anno 2019. Ciò è stato possibile grazie ad un’oculata gestione amministrativa, ad una continua spending review ed alle maggiori entrate derivanti dall’attività della Commissione di certificazione e conciliazione.

Con tale riduzione, inoltre, si è inteso favorire l’acquisto del DUI (Documento Unico di Identità, che ha un costo di euro 69,54 (iva inclusa) ed ha validità tre anni, pertanto il suo costo è interamente ammortizzato dal risparmio sulla quota di iscrizione all’Ordine (si aggiunge che il Consiglio dl CPO di Milano ha deliberato di rinunciare ai diritti di segreteria a suo beneficio, che erano precedentemente previsti per la consegna del DUI, nella misura di 7,00 euro).

Si rinnova l’invito a tutti i Consulenti del Lavoro di richiedere l’emissione del DUI in considerazione del fatto che, oltre ad essere un documento di riconoscimento, il DUI funge anche da smart card (per le firme digitali) e da PEC (con l’estensione @consulentidellavoropec.it). Inoltre, si ribadisce che il possesso del DUI faciliterà notevolmente la rilevazione degli accessi alla formazione continua obbligatoria.

Per richiedere il Dui è necessario collegarsi con le proprie credenziali al sito www.consulentidellavoro.it, cliccare su “scrivania digitale” poi sul banner “DUI” e seguire le indicazioni ivi riportate.

Il tesserino verrà poi consegnato presso la segreteria dell’Ordine, che avviserà il richiedente tramite email.

 

 

 

Preleva l’articolo completo in pdf