Evoluzione degli ammortizzatori sociali E DEL BLOCCO DEI LICENZIAMENTI

a cura del CENTRO STUDI E RICERCHE UNIFICATO DELLORDINE PROVINCIALE DEI CONSULENTI DEL LAVORO E DELLANCL UP DI MILANO

 

Ulteriore rinnovo dei periodi di fruizione degli ammortizzatori sociali emergenziali con causale Covid-19, anche se limitatamente ad alcuni settori. Il decreto legge n. 146 del 21 ottobre 2021 – c.d. decreto fiscale – ha, infatti, prolungato di altre 13 settimane, collocate nel periodo compreso tra il 01 ottobre 2021 e il 31 dicembre 2021, la possibilità di presentare domanda di assegno ordinario o di cassa integrazione salariale in deroga. Un ulteriore periodo, compreso sempre tra il 01 ottobre 2021 e il 31 dicembre 2021, è stato poi previsto per i datori di lavoro delle industrie tessili, delle confezioni di articoli di abbigliamento e di articoli in pelle e pelliccia e delle fabbricazioni di articoli in pelle e simili, identificati, secondo la classificazione delle attività economiche ATECO 2007, con i codici 13, 14 e 15. A queste imprese potranno essere riconosciute altre 9 settimane, in presenza di sospensioni o riduzioni di attività riconducibili alla pandemia. Le nuove norme si applicano ai lavoratori in forza alla data del 22 ottobre 2021. Alla luce delle novità, si ritiene, pertanto, utile integrare e sostituire la tabella relativa agli ammortizzatori sociali emergenziali, già pubblicata su Sintesi del mese di luglio cui è stata altresì apportata una ulteriore modifica rispetto ad un refuso nella sezione “Aziende FIS o altro Assegno Ordinario (es. FSBA)”. Nell’ambito del Centro Studi e Ricerche Unificato dell’Ordine provinciale dei Consulenti del Lavoro e dell’Ancl Up di Milano, hanno particolarmente collaborato alla predisposizione della tabella riepilogativa: Stella Crimi, Daniela Stochino e Enrico Vannicola.

Nell’ambito del Centro Studi e Ricerche Unificato dell’Ordine provinciale dei Consulenti del Lavoro e dell’Ancl Up di Milano, hanno particolarmente collaborato alla predisposizione della tabella riepilogativa: Stella Crimi, Daniela Stochino e Enrico Vannicola.

 

Clicca qui per la tabella riepilogativa

 

 

 

Preleva l’articolo completo in pdf